Una vita come la vita vuole

È in programmazione per fine maggio 2013 un evento dal titolo:

La vita come la vita vuole

Il progetto nasce come progetto di rete, aperto a ulteriori collaborazioni,  e si propone come un momento di coinvolgimento del quartiere Campidoglio e in particolare dell’area Borgo Vecchio, attraverso alcuni concorsi con la partecipazione dei cittadini e  delle scuole del quartiere, un pranzo partecipato in strada, arricchimenti artistici della scena urbana.
Organizzazione capofila è Giocodinsieme Progetto Psicosociale. Le altre associazioni di volontariato volontariato o partner coinvolte nella fase di progettazione sono : UAM – Urban Art Museum e  Comitato di Riqualificazione Urbana Campidoglio Borgo Vecchio.
L’iniziativa è aperta alla partecipazione e al contributo  di quelle associazioni e partner che ne condividano lo spirito e le finalità.

Lo spunto per il titolo dell’evento  è preso dalla poesia  Cibo  di Marcelo Fromer, Sergio Brito e Arnaldo Antunes:

Bevanda è l’acqua, cibo è il pasto. Tu hai sete di cosa? Tu hai fame di cosa? La gente non vuole solo cibo. La gente vuole cibo, divertimento e arte. La gente non vuole solo cibo. La gente vuole uscire da qualche parte. La gente non vuole solo cibo. La gente vuole bere, divertimento, ballo. La gente non vuole solo cibo, la gente vuole una vita come la vita vuole.

Cibo, divertimento e arte spezzano le barriere della paura e della solitudine, permettono alle persone  di esprimersi e di essere riconosciute, facilitano la nascita di reti di auto mutuo aiuto e lo scambio delle competenze.  Divertirsi, conoscersi, confrontarsi, sentirsi comunità in cammino, realizzano una dimensione di pari opportunità, al di là di razza, età, stato economico o di salute..

Il progetto “Una vita come la vita vuole” comprende al momento:

  • tre concorsi a premi
    • “Curiosamente assieme”, concorso di poesia e racconti brevi aperto ad adulti e allievi delle scuole
    • “Attimi fuggevoli”,  concorso di fotografi
    • “Balconi e davanzali fioriti”, concorso con al centro il decoro urbano
  • un pranzo partecipato in una piazza o strada del Borgo e dintorni.
  • l’arricchimento della scena urbana, in collaborazione con gli abitanti, attraverso la collocazione di una o più opere artistiche in accordo con gli stessi.

Esso si propone come un momento di aggregazione tra istituzioni e associazioni presenti sul territorio in una visione aperta al futuro. Le iniziative già programmate, e quelle che successivamente si uniranno,  confluiranno a fine maggio 2013 in una o due giornate con al centro la premiazione dei vincitori dei concorsi, la lettura/esposizione delle opere poetiche e fotografiche,  visite guidate ai balconi e davanzali fioriti e alle opere artistiche del Borgo, lo scoprimento delle nuove opere, il pranzo partecipato. Riferimento ideale per quest’ultimo è la “Festa dei vicini”, promossa dall’associazione European Neighbour’s Day,  festa che unisce simbolicamente città, organizzazioni, gruppi di cittadini, e che nel 2013 cade il 31maggio.
È prevista inoltre la possibilità per associazioni che non partecipano direttamente al progetto, attive sul territorio, di presentare pubblicamente le loro attività.

Al momento partecipano al progetto, oltre all’Associazione Giocodinsieme, associazione capofila, le associazioni Comitato di Riqualificazione Urbana Campidoglio Borgo Vecchio e Urban Art
Museum.

Il quartiere Campidoglio conta circa 17.500 abitanti, il Borgo Vecchio circa  5100. L’intera Circoscrizione IV 97.000 abitanti.
Borgo Vecchio Campidoglio è un’area in corso di riqualificazione urbanistica, culturale e occupazionale, da oltre venti anni, su iniziativa dei cittadini stessi con il sostegno attivo della Circoscrizione e negli ultimi anni della Città.
Si è creato negli anni un museo all’aria aperta, attraverso la posa/realizzazione di opere artistiche sulle facciate delle case, ad opera del Comitato di Riqualificazione, dell’Associazione commercianti di Via Nicola Fabrizi, del MAU (Museo di Arte Urbana),  e ultimamente dell’UAM (Urban Art Museum), nuovo nato.
È stato recuperato e  valorizzato il rifugio antiaereo sotto Piazza Risorgimento.
Numerosi, ogni anno,  sono stati i momenti aggregativi ad opera del Comitato di Riqualificazione Urbana, dell’Associazione dei Commercianti di Via Nicola Fabrizi e ultimamente di Facilito Campidoglio.
Negli ultimi anni inoltre il Comune, attraverso il progetto Facilito Campidoglio, si è posto a sostegno delle attività artigianali presenti nel Borgo e della loro trasformazione in senso artistico.
In questo contesto l’Associazione Giocodinsieme ha gestito e gestisce gruppi di socializzazione e partecipazione, momenti di ascolto individuale, gruppi di auto–mutuo-aiuto, oltre a collaborare con progetti di altre associazioni o proporne di propri in un ottica partecipativa.