La Funzione armonizzatrice del Mandala

Locandina 3 marzo

 

Verrà trattato l’origine e il senso del Mandala nella cultura indo-tibetana, sottolineando la sua funzione spirituale e usato come supporto di meditazione.

Sarà poi esaminata l’interpretazione che Carl Gustav Jung ha dato del mandala, richiamando il concetto di “inconscio collettivo” e di archetipo. Infatti, Jung ritenne che i Mandala fossero la rappresentazione di una forma analoga della struttura della psiche profonda. In una ventina di anni di studi, maturò la convinzione che i Mandala – attraverso i sogni e la pratica dell’immaginazione attiva – costituiscono un potente mezzo terapeutico per ridurre lo stato psichico di disorientamento, dissociativo e di confusione.