Ciclo di incontri su: Padri, Madri, Figli.

logo_IAPP_ridCiclo di incontri su: Padri, Madri, Figli.
c/o Centro Sereno Regis, Via Garibaldi 13

“Padri, Madri, Figli” è un ciclo di quattro dialoghi in cui psicoterapeute di formazione psicoanalitica ed esperte di letteratura e arte riflettono sulle problematicità della relazione triadica a partire da una scelta di opere letterarie.

LaStrada_2Martedì 14 marzo – ore 20,30 – 22,30:
– Elena Bonassi (neuropsichiatra infantile, psicoterapeuta)
– Gabriella Bardaro (agente letterario, promotrice culturale)

parlano di: Cormac McCarthy, La strada, tr. it. di M. Testa, Einaudi, Torino 2007.
Nel primo incontro il romanzo “La strada” di Cormac McCarthy, un’opera visionaria in cui è centrale il rapporto padre-figlio, sarà commentato da Elena Bonassi e Gabriella Bardaro.

Giuda_Amos_OZMartedì 16 maggio – ore 20,30 – 22,30:                                      – Morena Danieli (psicologa psicoterapeuta)
– Michela Garda (professore di storia della musica e musicologia, Università degli Studi di Pavia)             parlano di: Amos Oz, Giuda, tr. it. di E. Loewenthal, Feltrinelli, Milano, 2014.

Nel secondo incontro sarà l’inconsueto e delicato romanzo di formazione “Giuda” di Amos Oz ad offrire l’occasione a Morena Danieli e Michela Garda di riflettere sull’essere figli, sul sacrificio e sul tradimento delle attese dei padri.

c/o Centro Sereno Regis, Sala Gandhi, Via Garibaldi 13

Martedì 13 giugno – ore 20,30 – 22,30:
– Misetta Quaini (psicologa psicoterapeuta)
– Stefania Bertola (scrittrice)

parlano di: Alice Munro, In fuga, tr.it. S. Basso, Einaudi, Torino, 2007.
Infine il tema della separazione traumatica e dolorosa tra una madre e una figlia dal volume “In fuga” di Alice Munro (tre racconti, al centro della raccolta, che formano una sorta di romanzo in tre capitoli, ed è la prima volta che questo accade nella narrativa dell’autrice) sarà analizzata nel quarto incontro da Misetta Quaini e Stefania Bertola.

Giovedì 22 giugno –  ore 20,30 – 22,30:
– Patrizia Cavaglià (psicologa psicoterapeuta)
– Dario Voltolini (scrittore)

parlano di: Elisabeth Strout, Olive Kitteridge, tr. it. di S. Castoldi, Fazi Edit., Roma, 2009.
Nel secondo incontro Patrizia Cavagliá e Dario Voltolini scelgono la protagonista di “Olive Kitteridge” di Elisabeth Strout come esempio di moglie e madre ruvida e dispotica e al contempo figura materna, già insegnante in pensione, asciutta ma attenta e sensibile nei confronti di figli infelici o disperati: un trattato sul matrimonio e sulla genitorialità attraverso pagine di alta letteratura